BANDO ATTIVO

RESTO AL SUD

cos'è

"Resto al Sud" è uno strumento agevolativo che supporta la nascita di nuove attività imprenditoriali nelle regioni del Sud Italia (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia). È gestito da INVITALIA e offre finanziamenti a tasso zero e contributi a fondo perduto.

REQUISITI

Età: Sotto i 56 anni. Residenza: Nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia o trasferimento in queste regioni entro 60/120 giorni dall’approvazione della domanda. Imprese: Costituite dopo il 21/06/2017 o da costituire entro 60/120 giorni dall’approvazione. Liberi professionisti: Senza partita IVA per attività analoga nei 12 mesi precedenti la domanda.

SPESE AMMESSE

Copertura: 100% delle spese (50% fondo perduto, 50% finanziamento a tasso zero). Massimali: Fino a €50.000 per individuo, €200.000 per società con 4 soci, €60.000 per imprese individuali. Tipologie: Ristrutturazione immobili, macchinari/impianti/attrezzature nuovi, software, servizi TIC, materie prime, consumi, utenze, locazioni, assicurazioni (fino al 20% delle spese per investimenti). Contributo per circolante: Fino a €15.000 per individuali, €40.000 per società​

Cosa Devi Sapere sul Bonus Sud

“Resto al Sud” è un incentivo che sostiene la creazione di nuove attività imprenditoriali nelle regioni del Sud Italia (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, e Sicilia). Gestito da INVITALIA, offre finanziamenti a tasso zero e contributi a fondo perduto. È destinato a soggetti sotto i 56 anni, residenti o che trasferiscono la residenza in queste regioni entro 60/120 giorni dall’approvazione della domanda. Si applica a imprese costituite dopo il 21/06/2017 o da costituire entro 60/120 giorni dall’approvazione, e ai liberi professionisti (societari o individuali) senza partita IVA per attività analoga nei 12 mesi precedenti la domanda. Sono esclusi titolari di altre imprese al 21/06/2017, beneficiari di agevolazioni per autoimprenditorialità negli ultimi 3 anni, e occupati a tempo indeterminato. Le attività finanziabili includono industria, artigianato, trasformazione prodotti agricoli, pesca, acquacoltura, servizi alle imprese e persone, turismo, commercio e attività libero professionali​.

SCOPRI DI PIU'

resto al sud

  • Destinatari: Soggetti con meno di 56 anni di età, residenti nelle regioni sopra indicate o che si trasferiscono lì entro 60 giorni (120 se dall’estero) dall’approvazione della domanda.
  • Imprese: Devono essere state costituite dopo il 21/06/2017 o devono essere costituite entro 60 giorni (120 giorni per residenti all’estero) dall’approvazione della domanda.
  • Liberi professionisti: Anche in forma societaria o individuale, purché non titolari di partita IVA nei 12 mesi precedenti la domanda per un’attività analoga a quella proposta.
  • Esclusioni: Titolari di altre attività d’impresa in esercizio alla data del 21/06/2017, soggetti che hanno ricevuto altre agevolazioni nazionali per l’autoimprenditorialità negli ultimi tre anni, e soggetti con un lavoro a tempo indeterminato
  • Copertura: 100% delle spese ammissibili, divise in 50% di contributo a fondo perduto e 50% di finanziamento bancario (interessi a carico di Invitalia).
  • Massimali: Fino a €50.000 per richiedente, fino a €200.000 per società con quattro soci. Per imprese individuali, fino a €60.000 (€30.000 a fondo perduto e €30.000 di credito a tasso zero).
  • Contributo per il circolante: Fino a €15.000 per ditte individuali e attività professionali individuali; fino a €40.000 per le società.
  • Tipologie di spese: Ristrutturazione/adattamento di beni immobili, macchinari, impianti e attrezzature nuovi, programmi informatici, servizi per le tecnologie dell’informazione e della telecomunicazione, materie prime, materiali di consumo, utenze, canoni di locazione, garanzie assicurative (fino al 20% delle spese per investimenti)​

Resto al Sud offre un finanziamento a tasso zero e un contributo a fondo perduto, coprendo il 100% delle spese ammissibili. I dettagli specifici sulle percentuali e i massimali di finanziamento variano a seconda della struttura dell’impresa e delle esigenze.

Sì, sono esclusi da resto al sud i titolari di altre attività d’impresa in esercizio alla data del 21/06/2017, coloro che hanno ricevuto altre agevolazioni nazionali per l’autoimprenditorialità negli ultimi tre anni, e i soggetti con un lavoro a tempo indeterminato.

PRENOTA UNA CONSULENZA

Compila il form e contattaci

Compila il form per ottenere una consulenza gratuita

Iscriviti alla nostra newsletter

resta aggiornato