Ricerca e Sviluppo Mezzogiorno 2023: 300 Milioni per Stimolare Innovazione e Crescita nelle PMI del Sud

Il Bando Ricerca e Sviluppo Mezzogiorno 2023 è stato recentemente annunciato, rappresentando un’importante iniziativa per stimolare l’innovazione e la crescita nel Sud Italia. Con un finanziamento complessivo di 300 milioni di euro, questo bando si inserisce nel quadro del Programma Nazionale Ricerca, Innovazione e Competitività 2021-27, mirando a sostenere progetti di ricerca e sviluppo nelle regioni meno sviluppate del Mezzogiorno.

Focalizzazione sulle PMI e Reti di Imprese

Una caratteristica distintiva del bando è che il 60% delle risorse è dedicato specificamente alle PMI e alle reti di imprese, sottolineando l’impegno a supportare le realtà imprenditoriali di dimensioni minori.

Criteri e Opportunità del Bando

Il bando è aperto a tutte le imprese, indipendentemente dalle loro dimensioni, che possono richiedere un contributo a fondo perduto fino al 35% e un finanziamento agevolato del 50% delle spese. I progetti ammissibili devono concentrarsi su tecnologie innovative, tra cui:

  • Intelligenza artificiale, connessione e sicurezza digitale
  • Materiali avanzati e nanotecnologie
  • Fotonica e micro-nanoelettronica
  • Sistemi avanzati di produzione
  • Tecnologie delle scienze della vita

I progetti devono essere realizzati nelle regioni meno sviluppate del Mezzogiorno, con costi compresi tra 1 e 5 milioni di euro e una durata tra i 18 e i 36 mesi. Le domande di agevolazione possono essere presentate a partire dal 07 febbraio 2024.

Un’Opportunità per la Crescita e l’Innovazione

Questo bando offre alle imprese del Mezzogiorno un’opportunità unica per investire in progetti di ricerca e sviluppo, contribuendo alla crescita economica e tecnologica della regione. Le aziende possono esplorare nuove frontiere tecnologiche, migliorare i propri prodotti e processi e aumentare la loro competitività sul mercato.

Condividi notizia